Tuesday, 15 April 2014

Voglio una vita - strane analogie.

giulesss, blog, tulips, flowers, fashion, home decor, pink, tulipani, shabby chic

"Voglio una vita maleducata 
di quelle vite fatte, fatte così
voglio una vita che se ne frega
che se ne frega di tutto sì"

Voglio una vita in cui dire grazie e lasciare un sorriso non sia l'eccezione. Dove noi tra viaggiatori ci si capisce, ed è per questo che una gentilezza dovrebbe essere norma. Non eccezione. Ma me ne frego, continuerò con i miei merci e i miei I beg your pardon, perché anche se la maleducazione fa male sono altre le cose che fanno soffrire davvero.

"voglio una vita che non è mai tardi
di quelle che non dormono mai
voglio una vita di quelle che non si sa mai."

Voglio una vita che sia opportunità, non necessariamente per make it big ma per esistere con i polmoni pieni di profumo di possibilità. Dove è possibile raccogliere una margherita e custodirla nell'agenda nel tragitto verso il lavoro, dove è possibile guardare fuori dal finestrino ed anche il grigio parla di avventura e di un sogno romantico alla Byron. Dove il ritardo non è un treno perso per il capolinea del tuo immaginifico, ma una porta che si apre verso un altro orizzonte.  Non una punizione e non uno sgarro. E ovviamente non voglio smettere di sognare, mai, neanche quando dormo.

"E poi ci troveremo come le stars
a bere del whisky al Roxy bar
o forse non c'incontreremo mai"

Voglio una vita dove trovare, non perdere. Perché se perdi a volte non hai mai avuto. Una vita dove perdi per ritrovare. È così difficile?

"ognuno a rincorrere i suoi guai
ognuno col suo viaggio
ognuno diverso
e ognuno in fondo perso
dentro i fatti suoi!"

Ognuno sta solo sul cuor della terra trafitto da un raggio di sole. La verità è che alla fine, anche attorniato d'amore e di gente, sei solo, come sono soli loro. Un collettivo di anime più o meno stanche, una passeggiata di spiriti al settimo cielo o tre metri sotto terra. Ed è subito sera.

"Voglio una vita spericolata
voglio una vita come quelle dei film
voglio una vita esagerata
voglio una vita come Steve Mc Queen
Voglio una vita maleducata
di quelle vite fatte così
voglio una vita che se ne frega
che se ne frega di tutto sì"

Voglio solo cose semplici. Amicizie dal sapore di pane appena sfornato. Un amore imperfetto e che non ti realizzi ogni giorno, ma che sia l'amore che cerco. Voglio liberarmi da certi legami, che in fondo non vogliono dire niente. Ritrovare un senso di continuità, anche a dieci piani dalla quotidianità. Un vaso di muscari in fiore. Delle fragole del mercato in frigo. Dei compagni di viaggio che in fondo siano anime affini. Perché è così che ogni stanza, ogni appartamento, ogni dimora si trasforma in un cottage di Jane Austen. Bellezza imperfetta perché vera e viva, necessaria utilità dell'inutile, e miracolo della presenza mentale. 

Voglio una vita.